FAIL (the browser should render some flash content, not this).
Caricamento immagini....

INERBIMENTO DELLE SCARPATE DELLA DIGA DI ORGOSOLO

INERBIMENTO DIGA DI ORGOSOLO ALLUVIONE 2013:500 mm in 12 ore

INERBIMENTO con i PRATI ARMATI per ottenere un effetto rapido ed a basso costo: i gestori della diga hanno deciso di utilizzare specie erbacee a radicazione profonda con aggiunta di specie fiorifere, sementi di arbusti autoctoni e alberi autoctoni, per ottenre una rapida inerbimento  in questo modo hanno evitato:  sistemazione di terreno vegetale, ,biostuoie, geocelle, georeti, mulch, matrici di fibre di legno legate e una continua manutenzione.

INERBIMENTO DELLE SCARPATE DELLA DIGA DI ORGOSOLO che hanno retto alla disastrosa ALLUVIONE del novembre 2013: 500 mm di acqua in 12 ore.

INERBIMENTO DIGA DI ORGOSOLO ALLUVIONE 2013: 500 mm di acqua in 12 ore

  1. Alluvione in Sardegna, è strage – Corriere della Sera

    www.corriere.it › Cronache

    20/nov/2013 – Alluvione in Sardegna, dichiarato lo stato di emergenza. DUE BIMBI ….Emergenza Sardegna: Letta, «Tragedia nazionale» (19/11/2013) 
  2. Alluvione del 18 novembre 2013 in Sardegna: il crollo di parte del 

    www.meteoweb.eu/2013/…/alluvionenovembre2013sardegna…/242…

    25/nov/2013 – Alluvione del 18 novembre 2013 in Sardegna: il crollo di parte del viadotto sul fiume Cedrino, meteo.
  3. alluvione in Sardegna – la Repubblica.it

    www.repubblica.it/argomenti/alluvione_in_Sardegna

    alluvione in Sardegna tutti gli articoli pubblicati, le gallerie fotografiche e i video pubblicati sul giornale e su Repubblica.it.  30 novembre 2013 la Repubblica.it 
  4. Alluvione Sardegna: le immagini simbolo – Repubblica Tv – la 

    video.repubblica.it › Home › Strage per il maltempo in Sardegna

    20/nov/2013 – Il nubifragio che si è abbattuto nella notte tra il 18 e il 19 novembre sull’isola ha  20 novembre 2013. Alluvione Sardegna: le immagini simbolo.
  5. Alluvione Sardegna 19 novembre 2013: previsioni meteo – Today

    www.today.it/cronaca/alluvionesardegna-19-novembre2013.html

    19/nov/2013 – L’isola messa in ginocchio e devastata dal ciclone. Morti e dispersi, ma il bilancio potrebbe aggravarsi ancora. Il Cdm dichiara stato di 
  6. 18-19 novembre 2013, alluvione in Sardegna

    www.nimbus.it › Eventi meteorologici

    20.11.2013. SMI – Redazione Nimbus. Violenti nubifragi hanno colpito con effettialluvionali diverse zone della Sardegna, ma in particolare i settori nord-orientali 
  7. Notizie relative a alluvione sardegna nov 2013

    1. aciclicoMagazine ‎- 1 giorno fa
      Tutte le informazioni necessarie per sapere quando e come pagare le tasse e i tributi sospesi nei Comuni sardi colpiti dall’alluvione del 18 
  8. Alluvione Sardegna 18 novembre: video e foto – YouReporter.it

    www.youreporter.it/video-foto/alluvionesardegna-18-novembre

    Alluvione Sardegna, diga di Torpè a Dorgali (Nuoro): video 20/11/2013 · Alluvione La cittadina di terralba subbisce un alluvione il 19/11/2013 Con orgoglio e 
  9. Tema Tragedia alluvione in Sardegna, 18 novembre 2013 

    www.meteogiornale.it/notizie/tema-12-alluvione-in-sardegna

    18/nov/2013 – Tema Tragedia alluvione in Sardegna, 18 novembre 2013. MeteoGiornale.it, quotidiano meteoclimatico con notizie aggiornate in tempo reale.
  10. Alluvione in Sardegna: la cronaca del disastro – Panorama

    news.panorama.it/cronaca/Alluvionesardegna-disastro

    19/nov/2013 – ANSA/MASSIMO LOCCI Credits: La galleria di Mughina completamente allagata, Nuoro, 18 novembre 2013. Tag: alluvione sardegna 
  11. Alluvione in Sardegna, le vittime sono 17 | italia | Il Secolo XIX

    www.ilsecoloxix.it/p/…/2013/…/AQhNyB6-alluvione_vittime_sardegna.s…

    Cagliari – Il 18 novembre scorso, mentre in Sardegna imperversava l’ondata di maltempo, con i nubifragi in varie zona dell’isola che hanno causato 16 morti e un  italia28 novembre 2013  Il ponte distrutto dall’alluvione ad Onani, Nuoro ..
INERBIMENTO DELLE SCARPATE DELLA DIGA DI ORGOSOLO che hanno retto alla ALLUVIONE del novembre 2013

INERBIMENTO DELLE SCARPATE DELLA DIGA DI ORGOSOLO che hanno retto alla ALLUVIONE del novembre 2013

 

INERBIMENTO DELLE SCARPATE DELLA DIGA DI ORGOSOLO che hanno retto alla ALLUVIONE del novembre 2013

INERBIMENTO DELLE SCARPATE DELLA DIGA DI ORGOSOLO che hanno retto alla ALLUVIONE del novembre 2013

INERBIMENTO con i PRATI ARMATI per ottenere un effetto rapido ed a basso costo: i gestori della diga hanno deciso di utilizzare specie erbacee a radicazione profonda con aggiunta di specie fiorifere, sementi di arbusti autoctoni e alberi autoctoni, per ottenre una rapida inerbimento  in questo modo hanno evitato:  sistemazione di terreno vegetale, ,biostuoie, geocelle, georeti, mulch, matrici di fibre di legno legate e una continua manutenzione.

Gli inerbimenti del fronte di diga erano complesso in quanto le pareti si presentavano con una pendenza compresa fra 50 e 70°. I costi per il rinverdimento tradizionale (terreno vegetale, trapianto di piante e arbusti, idrosemina tradizionale, biostuoia) avrebbe comportato per la proprietà costi proibitivi, vista anche l’impossibilità di arretrare il fronte di diga.

L’intervento di inerbimento richiesto a PRATI ARMATI aveva come obiettivo quello di diminuire l’impatto ambientale del fronte di diga, inerbire quanto più possibile lo stesso, introdurre sementi di piante fiorifere, di arbusti ed alberi locali in modo da ottenere anche una rapida inerbimento con arbusti ed alberi.

L’intervento di  inerbimento è andato a regime in pochi mesi, continuando a migliorare nel tempo nonostante fra il 2010 e il 2013 si siano verificati periodi anomali di siccità con una delle estati più torride e prive di pioggia capitate in Umbria negli ultimi 50 anni precipitazioni che, nell’autunno 2012, hanno portato al suolo oltre 400 mm di acqua in pochi giorni devastando anche le zone circostanti, la inerbimento della diga nonostante ciò non ha subito danni ne regressioni.

Tali calamità naturali non hanno minimamente compromesso l’intervento di  inerbimento che anzi è andato migliorando nel tempo.

Molti tecnici hanno evidenziato come interventi eseguiti nel passato sulle fronti rocciosi  con tecniche di  inerbimenti  e rinverdimento tradizionali, dopo un successo durato pochi mesi, siano man mano regredite fino a presentare un fallimento completo.

Con i PRATI ARMATI invece è garantita una durata perenne dell’intervento che anzi progredisce e migliora con il passare degli anni e la naturalizzazione progredisce nel tempo.

L’inerbimento era l’obiettivo finale del progetto. L’inerbimento viene spesso effettuato in modo improprio. I costi di questi tipi obsoleti di inerbimento sono oltretutto molto costosi. La durata degli interventi classici di inerbimento richiede inoltre molto tempo.

Per rinaturalizzare si usano generalmente il trapianto di arbusti ed alberi.

Molto spesso per ottenere un buon inerbimento si utilizza terreno vegetale.

L’ inerbimento necessita spesso anche di supporti irrigui.

PRATI ARMATI utilizza invece una tecnica innovativa di inerbimento.

Infatti PRATI ARMATI, per inerbire e rinaturalizzare, aggiunge sementi di fiori, arbusti ed alberi alle sementi di PRATI ARMATI.

La naturalizzazione diventa così una successione ecologica naturale.

I PRATI ARMATI bloccano l’erosione e l’ inerbimento può avvenire in quanto le sementi di arbusti ed alberi hanno il tempo di germinare ed attecchire in un sito dove l’erosione è bloccata.

L’ inerbimento così effettuato è durevole, naturale, ha un basso costo di impianto e pochi rischi per gli operatori.

Con gli inerbimenti fatti con metodi tradizionali i fallimenti possono essere frequenti.

Gli inerbimenti forzati infatti vanno contro il ciclo naturale e quando è forzato con trapianti, spesso fallisce.

Gli inerbimenti forzati sono  dannosi e sono effettuati dall’uomo per ottenere un “pronto effetto”.

Durante l’alluvione del novembre 2013 i PRATI ARMATI hanno resistito alla furia delle acque (sono caduti oltre 500 mm di pioggia in circa 10 ore) schermando e proteggendo il versante.

 

 

— Claudio Zarotti

I Commenti sono chiusi