FAIL (the browser should render some flash content, not this).
Caricamento immagini....

RIPRISTINO AMBIENTALE DI UNA DISCARICA A PENDIO IN SICILIA

DISCARICHE A PENDIO: messa in sicurezza d'emergenza e ripristino ambientale di una discarica a pendio.

DISCARICHE A PENDIO: messa in sicurezza d’emergenza e ripristino ambientale di una discarica a pendio.

 

DISCARICHE A PENDIO: messa in sicurezza d'emergenza e ripristino ambientale di una discarica a pendio.

DISCARICHE A PENDIO: messa in sicurezza d’emergenza e ripristino ambientale di una discarica a pendio.

 

DISCARICHE A PENDIO: messa in sicurezza d'emergenza e ripristino ambientale di una discarica a pendio.

DISCARICHE A PENDIO: messa in sicurezza d’emergenza e ripristino ambientale di una discarica a pendio.

 

RIPRISTINO AMBIENTALE DI UNA DISCARICA  A PENDIO IN SICILIA

 

RIPRISTINO AMBIENTALE E MESSA IN SICUREZZA D’EMERGENZA DI DISCARICHE A PENDIO.

Le discariche a pendio sono realizzate a ridosso di pendii, in cave dismesse, in calanchi o impluvi; presentano elevate pendenze e rifiuti affioranti spesso mescolati a terreno.

Per il ripristino-recupero ambientale la messa in sicurezza di emergenza di questo tipo di discariche, il ripristino ambientale, le coperture comunemente adottate (soluzione minerale con argilla o con membrane impermeabili) non sono convenienti: gli interventi richiedono tempi lunghi, sono costosi, pericolosi, complessi, se non addirittura impossibili, soprattutto in condizioni di forte pendenza. I PRATI ARMATI® non sostituiscono gli interventi di bonifica, ma possono fornire una soluzione rapida ed economica per la messa in sicurezza d’emergenza di queste discariche ed il successivo  ripristino-recupero ambientale.

Tali interventi di ripristino ambientale rientrano oltretutto nella categoria delle tecniche “in situ”, senza cioè movimentazione o rimozione del suolo inquinato e dei rifiuti.

L’intervento di  ripristino-recupero ambientale e di messa in sicurezza di una discarica a pendio qui illustrato è stato realizzato in Sicilia mediante inerbimento con piante erbacee a radicazione profonda PRATI ARMATI® su una superficie di circa 20.000 mq.

Il “terreno” della discarica era costituito da un misto di detriti, bottiglie di vetro, lattine, ferri arrugginiti, teli e sacchetti di plastica: quanto di più ostico possa esserci per la normale crescita di qualunque tipo vegetazione.

Non era possibile ne una rinaturalizzazione con tecniche tradizionali ne il successivo recupero e ripristino ambientale.

Gli obiettivi dell’intervento di ripristino ambientale, realizzato mediante inerbimento con piante erbacee a radicazione profonda PRATI ARMATI® erano i seguenti:

  • blocco dell’erosione idrica ed eolica: obiettivo importante del  ripristino-recupero ambientale e della messa in sicurezza d’emergenza;
  • immobilizzazione dei rifiutiriduzione della produzione di percolatoobiettivo importante del  ripristino-recupero ambientale e della messa in sicurezza d’emergenza;
  • non utilizzo di materiali e manufatti plastici né di argilla, terreno vegetale, etc per la messa in sicurezza,rinaturalizzazione con specie autoctoneobiettivo importante del ripristino ambientale e della messa in sicurezza d’emergenza
  • eliminazione di ogni manutenzione post-impiantoobiettivo importante del ripristino ambientale e della messa in sicurezza d’emergenza;
  • riduzione drastica dei costi e tempi di intervento, dei costi energetici di intervento e delle emissioni di inquinanti dovuti all’utilizzo di tecniche tradizionaliobiettivo importante del ripristino ambientale e della messa in sicurezza d’emergenza.

Gli obiettivi  ripristino-recupero ambientale dell’area sono stati perfettamente raggiunti dopo pochi mesi: dopo circa 12 mesi dal il primo intervento di idrosemina è stata ottenuta un ottimale recupero e ripristino ambientale con un’ottima copertura vegetale della discarica, che si presentava ben inerbita e perfettamente inserita nel paesaggio circostante.

La tecnica di  ripristino-recupero ambientale è stata presentata anche ad altri enti pubblici  che hanno introdotto nei propri progetti varianti migliorative per rinaturalizzare le loro discariche a pendio, con vantaggi tecnici immediati e costi anche 100 volte inferiori alle tecniche tradizionali utilizzate per il ripristino ambientale e la mesa in sicurezza delle discariche a pendio .

Molti enti pubblici hanno evidenziato come interventi di ripristino ambientale  messa in sicurezza d’emergenza eseguiti nel passato sulle proprie cave con tecniche ripristino  ambientale di inerbimento e rinverdimento tradizionali, dopo un successo durato pochi mesi, siano man mano regredite fino a presentare un fallimento completo.

Con i PRATI ARMATI invece è garantita una durata perenne dell’intervento di  ripristino-recupero  ambientale che anzi progredisce e migliora con il passare degli anni con una rinaturalizzazione progredisce nel tempo.

Il   ripristino ambientale era l’obiettivo finale del progetto. Il  ripristino-recupero  ambientale viene spesso effettuato in modo improprio. Esistono tecniche di  ripristino-recupero  ambientale, soprattutto di cave e miniere, ormai obsolete. I costi di questi tipi obsoleti di  ripristino-recupero ambientale sono oltretutto molto costosi. La durata degli interventi classici di  ripristino-recupero  ambientale richiede inoltre molto tempo. Molto spesso per ottenere un buon  ripristino-recupero  ambientale si utilizza terreno vegetale.

Il  ripristino  ambientale necessita spesso anche di supporti irrigui. PRATI ARMATI utilizza invece una tecnica innovativa di ripristino  ambientale. Infatti PRATI ARMATI, per rinaturalizzare, aggiunge sementi di fiori, arbusti ed alberi alle sementi di PRATI ARMATI. Il ripristino  ambientale diventa così una successione ecologica naturale. I PRATI ARMATI bloccano l’erosione e il ripristino ambientale può avvenire in quanto le sementi di arbusti ed alberi hanno il tempo di germinare ed attecchire in un sito dove l’erosione è bloccata. Il  ripristino-recupero ambientale così effettuato è durevole, naturale, ha un basso costo di impianto e pochi rischi per gli operatori. Con il  ripristino-recupero  ambientale fatto con metodi tradizionali i fallimenti possono essere frequenti. Il  ripristino-recupero  ambientale forzato infatti va contro il ciclo naturale.

Il ripristino ambientale avviene infatti per fasi, partendo da piante erbacee antierosive su cui poi crescono arbusti ed alberi. Il  ripristino-recupero ambientale, quando è forzato con trapianti, spesso fallisce.

Il ripristino ambientale forzato è dannoso ed è effettuato dall’uomo per ottenere un “pronto effetto”. Ma la natura insegna che “nihil in natura advenit per saltus”. Cosa invece che l’uomo tenta di fare con il ripristino ambientale forzato.

PRATI ARMATI costituiscono la migliore tecnologia di  ripristino-recupero ambientale attualmente disponibile sul mercato nazionale ed  internazionale.

Legambiente

www.legambiente.it/
  1. [PDF]

    ESEMPIO 2 DISCARICA ESISTENTE IN PENDIO: Interventi di 

    www.univpm.it/Entra/Engine/RAServeFile.php/…/6-VEG-19.01.11.pdf

    16/dic/2010 – DISCARICA ESISTENTE IN PENDIO: Interventi di stabilizzazione. LA GESTIONE DEI RIFIUTI: BONIFICHE EDISCARICHE. LA GESTIONE DEI ..

— Claudio Zarotti

Un Commento a “RIPRISTINO AMBIENTALE DI UNA DISCARICA A PENDIO IN SICILIA”

  • Gli obiettivi di ripristino ambientale dell’area sono stati perfettamente raggiunti dopo pochi mesi: dopo circa 12 mesi dal il primo intervento di idrosemina è stata ottenuta un ottimale recupero e ripristino ambientale con un’ottima copertura vegetale della discarica, che si presentava ben inerbita e perfettamente inserita nel paesaggio circostante.