FAIL (the browser should render some flash content, not this).
Caricamento immagini....

FRANA DI OROPA: EROSIONE, RINATURALIZZAZIONE E BLOCCO DELL’ EROSIONE SU DETRITO DI VERSANTE

DETRITO DI VERSANTE

EROSIONE BLOCCATA SULLA FRANA DI OROPA.

Frana di Oropa: versante prima del blocco dell erosione

FRANA DI OROPA:  I PRATI ARMATI® vegetano perfettamente su qualsiasi litotipo, anche il più sterile e inquinato. L’impiego di questa tecnologia antierosiva naturale consente quindi di operare anche in aree in cui le condizioni pedoclimatiche erano fino a pochi anni fa ritenute proibitive per lo sviluppo della vegetazione e, data la sua semplicità realizzativa, riduce notevolmente costi, energia, rischi, tempi di lavorazione.

Controllo dell’erosione e rinverdimento di detrito eterometrico di natura granitica soggetto a forte erosione.

Le condizioni climatiche sono quelle tipiche delle zone alpine con precipitazioni che superano spesso 2000 l/mq/anno.

Il versante è stato riprofilato a seguito del fenomeno franoso tipo debris avalanche, che non essendo protetto superficialmente era oggetto di erosione eolica ed idrica.

Una volta riprofilato il versante, i PRATI ARMATI® hanno assicurato il blocco dell’erosione, la protezione dei fossi di guardia, l’impermeabilizzazione del versante e la perfetta rinaturalizzazione.

L’intervento sulle scarpate è stato eseguito senza l’impiego di terreno vegetale di riporto, inerbimenti tradizionali, trapianti di arbusti e piante, georeti tridimensionali, biostuoie, geocelle.

Il sito fa parte di un grande parco naturale che è stato inserito dell’UNESCO quale patrimonio dell’umanità. Uno dei più begli esempi in Italia di recupero e ripristino ambientale e di rinaturalizzazione di una frana.

RISULTATI RAGGIUNTI. Si sono raggiunti tutti i risultati attesi, in particolare:

  • Blocco dell’erosione del terreno costituito principalmente da sabbie grossolane miste su cui posano massi di varie dimensioni (anche massi ciclopici).
  • Blocco dell’erosione al piede dei massi ciclopici per impedirne il rotolamento a valle.
  • Regimentazione delle acque meteoriche mediante realizzazione di semplici canalette inerbite con i PRATI ARMATI® che hanno consentito di evitare costose lavorazioni con massi cementati o altre opere tradizionali per la regimentazione delle acque. Le canalette inerbite con le piante a radicazione profonda hanno consentito alle opere di regimentazione delle acque di adattarsi agli assestamenti del terreno senza riportare danni e di ridurre la velocità di scorrimento dell’acqua.
  • Rinaturalizzazione del versante in frana con regressione programmata dei PRATI ARMATI e rivegetazione con specie arbustive ed arboree quali betulle, maggiociondoli, aceri, larici, pini, etc, così come richiesto dalla autorità locali.

CRITICITA’ DELL’INTERVENTO:

  • Pendenza elevata, anche di 70°-80°, che determina una forte erosione del terreno;
  • Piogge particolarmenti abbondanti, fino ad accumuli annuali di oltre 3000-4000 mm su metro  quadrato all’anno;
  • Sterilità del suolo causata dalla frana che ha asportato lo strato fertile superficiale.;
  • Altitudine elevata (il cantiere si estende da circa 1.300 a1.600 m s.l.m.) che comporta:
    • temperature medie basse;
    • spessori di neve accumulati al suolo fino ad alcuni metri all’anno;
    • aridità fisiologica dovuta alla presenza di acqua allo stato di ghiaccio e quindi non disponibile per le piante;
    • breve durata del periodo vegetativo che limita lo sviluppo delle piante.
    • Precipitazioni intense che determinano una forte erosione del suolo.

L’erosione è diventato un problema geotecnico rilevante;

L’erosione asporta il terreno fertile;

L’erosione intasa le opere di regimentazione delle acque;

L’erosione scopre la sommità ed il piede di opere civili quali pali e micropali;

L’erosione provoca l’interrimento di fiumi e corsi d’acqua;

L’erosione provoca l’interrimento di laghi, dighe, bacini artificiali;

L’erosione non consente il reinserimento paesaggistico delle zone erose;

L’erosione avviene soprattutto su litotipi sterili e inquinati;

L’erosione viene quantificata tramite l’equazione Universale di Perdita di Suolo (USLE)

Combattere l’erosione è tanto più difficile quanto più il litotipo è sterile e inquinato;

L’erosione non è solo quella idrica ma anche quella eolica;

L’erosione eolica provoca lo spargimento di polveri, anche inquinate, a grandi distanze;

L’erosione eolica di zone inquinate compromette l’intero ecosistema;

L’erosione idrica provoca indirettamente  infiltrazione di acqua nei versanti con conseguenze sulla stabilità degli stessi;

 

 

  1. [PDF]

    L’EROSIONE DEL SUOLO – Università degli Studi di Pavia

    www-3.unipv.it/webidra/materialeDidattico/fugazza/…/Erosione.pdf

     6.1 L’EQUAZIONE UNIVERSALE DELL’EROSIONE DEL SUOLO ……….………………………………………….. 12. 6.1.1 Il fattore di erosività della pioggia R ..

— Claudio Zarotti

Un Commento a “FRANA DI OROPA: EROSIONE, RINATURALIZZAZIONE E BLOCCO DELL’ EROSIONE SU DETRITO DI VERSANTE”

  • Litotipo: DETRITO DI VERSANTE
    I PRATI ARMATI® vegetano perfettamente su qualsiasi litotipo, anche il più sterile e inquinato.
    L’impiego di questa tecnologia antierosiva naturale consente quindi di operare anche in aree in cui le condizioni pedoclimatiche erano fino a pochi anni fa ritenute proibitive per lo sviluppo della vegetazione e, data la sua semplicità realizzativa, riduce notevolmente costi, energia, rischi, tempi di lavorazione.